News

daniele orsato videoconferenza 01
05 Giu

Daniele Orsato – Arbitro Internazionale Videoconferenza

Ragusa. Per noi arbitri iblei doveva essere il giorno «clou» della stagione, il giorno in cui i riflettori si sarebbero dovuti accendere sulla nostra piccola sezione e invece la pandemia Covd 19 ha mandato tutto all’aria, ma con la promessa che sarà posto rimedio prima della fine del corrente anno solare. Stiamo parlando della programmata visita presso i locali sezionali di via Archimede del collega arbitro internazionale (nonché rappresentante dei direttori di gara in attività) Daniele Orsato che doveva avere luogo nello scorso mese di marzo. Di rinvii in rinvii si è arrivati nella determinazione di ovviare alla mancata presenza fisica -di quello che sarebbe stato un illustrissimo ospite- con l’implementazione di una video conferenza. E’ stato il nostro presidente arbitro benemerito Andrea Battaglia a pianificare l’evento che ha avuto luogo lunedì scorso. La tecnologia ormai è un patrimonio di tutti –specialmente per i più giovani- e così per oltre un’ora Daniele Orsato ha parlato e interloquito con quanti avevano dato accesso alla piattaforma tecnologica, come se fosse stato fisicamente presente in sezione. Una sessantina i colleghi collegati che in apertura hanno ricevuto il saluto del nostro presidente, quello del presidente regionale Michele Cavarretta e poi quello più atteso di Daniele Orsato. Che ha parlato a ruota libera per oltre tre quarti d’ora per rievocare aneddoti della fase iniziale dell’arbitraggio, ai momenti difficili intercorsi -prima di arrivare al top- che stavano per convincere il nostro ospite a gettare la spugna. In un passaggio Daniele ha provocato in chi scrive (con oltre 50 anni di appartenenza all’AIA) un momento di grande condivisione; ed è stato quando ha esortato i giovani che lo seguivano in video ad avere un grande amore per la famiglia, un grande amore per il lavoro e poi un grandissimo amore per l’arbitraggio. Tre componenti in scala gerarchica che contribuiscono a formare un grande arbitro. “Ci vuole determinazione, pazienza, sacrifici e passione per raggiungere determinati importanti traguardi. Un arbitro deve essere tranquillo mentalmente, deve avere una base solida lavorativa (e fiducia negli Organi Tecnici) e deve continuamente appropriarsi di ogni piccolo particolare per migliorare le proprie prestazioni. Solamente chi arriva in Serie A può fare a meno del lavoro per dedicarsi all’arbitraggio. Un grave danno sarebbe compiere questo passo nelle categorie inferiori”. La domanda più ricorrente posta all’ospite presente in video conferenza è stata quella di sapere cosa ci vuole per arrivare in “alto”. La risposta quasi sempre la stessa: fiducia, lavoro, pazienza, sacrifici e non abbattersi mai, lasciando per ultimo la fortuna. “Come quella –ha commentato Daniele- che mi baciò nell’ultima gara di playoff nel campionato di Serie D che per me significata l’uscita dai ruoli dopo tre anni di permanenza nella categoria. In quella gara era presente un O.T. che alla luce della mia prestazione intervenne per far sì che fossi riproposto (con una eccezione) nella stagione successiva. Una coincidenza fortunata considerato che quell’episodio mi diede ancora più carica e iniziò, da quella stagione in poi, la scalata verso traguardi importanti. Che non significa –ha sottolineato Daniele- essere arrivati e quindi adagiarsi sugli allori”. Una video conferenza interessante nel corso della quale si è inserito il presidente regionale Michele Cavarretta per rievocare i suoi trascorsi sui campi di gioco che per alcune stagioni si sono incrociati –nella stessa categoria- proprio con l’internazionale Daniele Orsato. L’amarcord fra il presidente Cra Sicilia (Michele Cavarretta) e Orsato hanno ulteriormente arricchito la videoconferenza gestita in modo impeccabile dal nostro presidente Andrea Battaglia.  Particolarmente attivi i giovani, intervenuti con domande e quesiti per “sapere” come si diventa grandi arbitri. E per tutti Daniele Orsato ha avuto la risposta giusta e appropriata. Poi il saluto a quelli “seduti” al tavolo della conferenza e l’arrivederci a Ragusa non appena le condizioni lo permetteranno; per la grande soddisfazione del nostro presidente a.b. Andrea Battaglia che già pregusta l’evento e inizia a pianificarlo per sommi capi.

GIOVANNI CALABRESE

Related Posts